Disturbo ossessivo compulsivo

Il Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) è un disturbo caratterizzato dalla presenza di ossessioni e/o compulsioni, che può presentarsi sia nell’infanzia che nell’età adulta (la maggiore incidenza si registra tra i 15 e i 25 anni) e che colpisce circa il 2-2,5% della popolazione generale.

È un disturbo che nella maggior parte dei casi si cronicizza fino a compromettere il funzionamento in diverse aree di vita.

Caratteristica fondamentale del DOC è la presenza di ossessioni, ossia di idee, pensieri, impulsi o immagini valutati come irrazionali o comunque non giustificati ma che insorgono in modo improvviso e intrusivo nella mente della persona comportando intenso disagio. Le ossessioni possono ad esempio riguardare il timore di entrare in contatto con lo sporco, di poter procurare inavvertitamente danni a sé o ad altri, di poter perdere il controllo di sé mettendo in atto condotte aggressive, perverse o autolesive, oppure possono riguardare il dubbio circa i propri sentimenti e il al proprio orientamento sessuale. Al fine di gestire il disagio generato dalle ossessioni la persona in atto condotte compulsive finalizzate a trovare rassicurazione. Esempi di compulsioni possono essere il lavarsi le mani, il ripetere formule superstiziose, l’eseguire ripetuti controlli sui propri pensieri, comportamenti o sull’ambiente esterno. Tuttavia le compulsioni non eliminano le ossessioni, anzi possono diventare molto debilitanti, impegnando molto tempo e dando origine a una serie di evitamenti da ambienti e situazioni che per la persona sono associabili alle ossessioni.

Tipologia di disturbi ossessivi compulsivi

Altri disturbi dello spettro ossessivo compulsivo identificati dal DSM V sono:

  • Disturbo di dismorfismo corporeo, caratterizzato da preoccupazione eccessiva per uno o più difetti o imperfezioni percepiti nell’aspetto fisico che non sono facilmente osservabili dall’esterno o appaiono in modo lieve.
  • Disturbo da accumulo, caratterizzato dalla tendenza all' accumulo patologico e disfunzionale di oggetti.
  • Tricotillomania, caratterizzato dal bisogno compulsivo di strapparsi peli o capelli; ciò avviene in modo semiautomatico e contro la propria volontà.
  • Disturbo da escoriazione, caratterizzato dalla tendenza compulsiva a stuzzicare la pelle sino a creare delle vere e proprie lesioni cutanee.
  • Disturbo ossessivo-compulsivo e disturbi correlati con altra specificazione (es. gelosia patologica, paura di emanare un cattivo odore, etc.).

Dott.ssa Anna Rossi
Psicologa Psicoterapeuta a Reggio Calabria

Dott.ssa Anna Rossi
Psicologa Psicoterapeuta a Reggio Calabria

declino responsabilità | privacy policy | cookies policy | codice deontologico

Iscritta dal 2007 all’Albo degli Psicologi della Regione Calabria n. 1052
Laureata nel 2005 in Psicologia, indirizzo psicologia del Lavoro
P.I. 02638050803

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Anna Rossi
© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it