Disturbi dell'umore

I Disturbi dell’Umore sono caratterizzati da importanti variazioni del tono dell’umore in associazione a un ventaglio di sintomi che interferiscono con il normale svolgimento delle attività quotidiane.

La più recente classificazione distingue i disturbi dell’umore in Disturbi Depressivi e Disturbi Bipolari.

I Disturbi Depressivi sono caratterizzati da sentimenti di tristezza e colpa, anedonia, apatia, isolamento sociale, disturbi del sonno o dell’appetito, calo del desiderio sessuale. Tra i disturbi depressivi possiamo poi distinguere tra:

  • Depressione Maggiore, in cui i sintomi sopra descritti si manifestano in forma acuta in associazione a agitazione psicomotoria o rallentamento della motricità, sensazione di fatica o di perdita di energie, pensieri di morte, ideazioni suicidarie e tentativi di suicidio.
  • Disturbo Depressivo Persistente, caratterizzato da lunghi periodi (almeno due anni) in cui la persona riferisce la presenza di un umore prevalentemente depresso senza però che i sintomi sopra descritti risultino presenti in gran numero o con marcata intensità.
  • Disturbo Disforico Premestruale, influenzato da fattori ormonali e caratterizzato sdalla presenza di variazioni dell’umore in senso depressivo nella maggior parte delle fasi premestruali.

I Disturbi Bipolari sono invece caratterizzati dall’alternarsi di episodi depressivi, in cui i sintomi sono quelli che abbiamo già visto, a episodi maniacali, ossia stati in cui la persona presenta un umore “espanso”, ossia caratterizzato da euforia o irritabilità, logorrea, incremento dell’attività lavorativa, sociale o sessuale, accelerazione del pensiero, diminuzione delle ore di sonno, aumento dell’autostima, difficoltà di concentrazione, attivazione psicomotoria e dalla presenza comportamenti disinibiti. I disturbi bipolari possono essere distinti in:

  • Disturbo Bipolare I: caratterizzato da alternanza di episodi maniacali, ipomaniacali e depressivi.
  • Disturbo Bipolare II: caratterizzato da alternanza di episodi ipomaniacali e depressivi.
  • Ciclotimia: caratterizzata da alternanza di lievi episodi ipomaniacali e lievi episodi depressivi.

Nella spiegazione dell’insorgenza dei disturbi dell’umore vanno considerati fattori di ordine genetico (familiarità), biologico (alterazioni a livello neurotrasmettitoriale, in particolare a carico dei sistema noradrenergico e serotoninergico) e psicologico (rappresentazioni negative di sé, degli altri e del futuro che guidano i pensieri e i comportamenti dell’individuo, esposizione a eventi stressanti come lutti, separazioni, malattie o fallimenti).

Rilevante dal punto di vista clinico è poi la Depressione Post Partum, che colpisce il 10-20% delle donne nel periodo immediatamente successivo al parto, caratterizzata da facilità al pianto, cambiamenti di umore, irritabilità, perdita dell'appetito, disturbi del sonno, sentimenti di inadeguatezza rispetto la maternità, sentimenti di basso coinvolgimento rispetto al neonato.


Dott.ssa Anna Rossi
Psicologa Psicoterapeuta a Reggio Calabria

Dott.ssa Anna Rossi
Psicologa Psicoterapeuta a Reggio Calabria

declino responsabilità | privacy policy | cookies policy | codice deontologico

Iscritta dal 2007 all’Albo degli Psicologi della Regione Calabria n. 1052
Laureata nel 2005 in Psicologia, indirizzo psicologia del Lavoro
P.I. 02638050803

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Anna Rossi
© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it